Categorie
Eventi

Yoga e Radici

Durante queste vacanze natalizie abbiamo lanciato un ciclo di incontri di yoga, guidati dalla nostra Alice De Meo, indologa e istruttrice fitness, yoga e benessere.

Jarom in hindi significa radici e di solito utilizziamo questo termine per raccontare la storia di un popolo. In questi incontri, radici sarà il termine che utilizzeremo per raccontare la nostra storia.
Il termine asana viene spesso tradotto con “posizione”, tuttavia una possibile traduzione della radice as (da cui la parola deriva) è il verbo abitare. Proprio quella da cui deriva la parola adivasi!
Ecco quindi che l’incontro dedicato alla salvaguardia della casa degli adivasi, sarà anche quello in cui ci interrogheremo sulle radici della nostra principale casa: il nostro corpo.

Le dirette dei primi due incontri sono disponibili qui:

SABATO 26 dicembre: https://fb.watch/2ONDLYaaUy/

DOMENICA 3 gennaio: https://fb.watch/2ONzS3gx60/

Vi aspettiamo per il terzo e ultimo incontro, DOMENICA 10 gennaio, ore 18.00.

Info e dettagli saranno presto online sulla nostra pagina Facebook.

Ricordiamo che gli incontri sono gratuiti, ma per chi avesse piacere di dar un contributo può far una donazione alla “Raccolta fondi per il dispensario di Jareya”, attiva fino al 17 gennaio 2021, cliccando qui.

Categorie
Jareya News

Raccolta fondi per il dispensario di Jareya

La salute é un diritto.

In India le diseguaglianze sociali crescono anche nell’assistenza sanitaria.

Per questo noi di Jarom, cerchiamo di rimediare nel nostro piccolo chiedendo ancora una volta il vostro sostegno!

LANCIAMO UNA RACCOLTA FONDI PER IL DISPENSARIO DI JAREYA!

Il dispensario è un progetto nato per offrire un punto di primo soccorso agli abitanti dell’area di Jareya, zona rurale in cui non vi sono centri sanitari pubblici o privati. Dal 2008 offre assistenza medica agli abitanti dei villaggi intorno alla scuola, così come al personale scolastico e agli studenti e studentesse, che spesso hanno febbre (malaria e tifo), problemi dermatologici, ortopedici, etc.

Vi chiediamo la massima diffusione per questo progetto che grazie al vostro contributo può garantire assistenza sanitaria agli studenti della Nawa Maskal School, ma anche agli abitanti dei villaggi limitrofi alla scuola, troppo spesso privi di mezzi e ausili sanitari.

Per scoprire di più e donare, vai alla pagina del progetto cliccando qui.

Grazie!

Categorie
News

Agenda 2021

🧡 La nostra piccola Jaromina, insieme a tutt* noi é lieta di presentarvi le AGENDE JAROM 2021!!💡 Anche quest’anno nella copertina abbiamo voluto riprendere le attività realizzate nei campi estivi passati.

🖐🏽 Infatti, le colonne dell’asilo sono state decorate con le impronte delle manine dei più piccoli e delle più piccole.

👣 Le impronte che lasciamo attraverso il nostro corpo e il nostro percorso sono indissolubilmente legate alla nostra identità.

✊🏽 La copertina, in linea con i principi dell’associazione, ci ricorda quanto sia importante lasciare un segno, una traccia, un’impronta che siano simbolo di identità, integrazione e collaborazione.

🤝 In questo periodo di distanze, vogliamo ricordare che soltanto insieme possiamo segnare tracce importanti per far sentire la nostra voce. Insieme, possiamo lasciare delle impronte che siano di guida per chi proseguirà il nostro stesso cammino. Insieme, possiamo collaborare per la difesa delle popolazioni ādivāsī, troppo spesso emarginate e private della loro voce.

ℹ️ Sono disponibili in versione orizzontale e verticale.

Per maggiori info contattateci! ❤️

Grazie!

Categorie
News

Modalità e info per partecipare ad un campo Jarom

AVVISO: A CAUSA DELL’EMERGENZA SANITARIa legata al virus covid-19
I campi Jarom sono sospesi fino ad ulteriore comunicazione.

ISCRIZIONI – Per iscriversi a un campo è necessario avere compiuto 18 anni al momento della partenza. Inoltre le iscrizioni potranno essere respinte nel caso i candidati mostrino un comportamento non conforme ai valori dell’Associazione o nel caso non venga ritenuta adeguata la partecipazione al corso di formazione organizzato ogni anno per preparare al campo.
Negli ultimi anni abbiamo utilizzato la seguente modalità: intorno alla metà di gennaio, o comunque dopo l’evento lancio del nuovo campo a inizio anno, pubblichiamo sul sito www.jarom.org e sui nostri canali social il link con il modulo di candidatura on-line. I candidati vengono poi ricontattati per un colloquio di persona o via skype.
Una volta selezionati i partecipanti, verrà richiesto di stipulare una polizza assicurativa, prender parte al corso di formazione e versare una caparra che, in caso di effettiva partecipazione, servirà a coprire i costi del volo interno Delhi-Ranchi e altre spese comuni al gruppo.

CORSO DI FORMAZIONE – Il corso di formazione è a frequenza obbligatoria.  Gli incontri saranno in orario serale durante la settimana. Solitamente sono previsti tre incontri iniziali con esperti e docenti universitari, seguiti da una serie di appuntamenti tenuti dall’Associazione.

SOGGIORNO – Durante il campo si risiederà presso la foresteria della Nawa Maskal School di Jareya. La foresteria dispone di zanzariere alle finestre e di corrente elettrica e acqua calda fornite da impianti solari, dunque da usare con parsimonia. Alcune schede SIM locali prendono, ma la connessione dati è scarsa. Si chiede ai partecipante una donazione che permetta alla struttura di coprire le spese di vitto e alloggio.

IL VOLO A/R – La prenotazione dei voli internazionali è a carico del partecipante, che viene lasciato libero/a di scegliere le date in cui è più comodo viaggiare e la compagnia aerea che preferisce. Solitamente il gruppo si dà appuntamento all’aeroporto di Delhi per poi prendere insieme il volo per Ranchi, il cui costo è a carico dei partecipanti, ma viene prenotato con il coordinamento di Jarom.

PASSAPORTO E VISTO – Per l’ingresso in India è richiesto il passaporto, valido per almeno 6 mesi dopo la data di ritorno e dotato di almeno 3 facciate libere consecutive. Per quanto riguarda il visto, con la formula e-visa è semplice e veloce ottenere l’autorizzazione elettronica. Questo tipo di visto è previsto con ingresso singolo, vincola all’aeroporto d’arrivo e non è modificabile. Per costi e maggiori informazioni consigliamo di consultare il sito www.indianvisamilan.com.

I VACCINI – Non esistono vaccini obbligatori per chi si reca in India, ma alcuni sono consigliati dalle linee guida internazionali. Tutte le informazioni del caso vanno reperite presso le Asl di appartenenza e dal proprio medico di famiglia. Prima di effettuare le vaccinazioni si consiglia di chiedere a Jarom la certificazione di viaggio per volontariato, così da ottenere la somministrazione gratuita dei vaccini.
La malaria è endemica in alcune aree dell’India. La profilassi riduce i rischi, ma non li elimina al 100%. E’ comunque utile un’accurata protezione meccanica, indossando sin dalle ore del tramonto indumenti a manica lunga ed utilizzando repellenti.
Chi ha particolari allergie o deve assumere determinati farmaci è pregato di comunicarlo, in via del tutto confidenziale, a un responsabile del campo.
Le indicazioni fornite hanno carattere puramente indicativo, tutte le raccomandazioni del caso vanno reperite presso le Asl di appartenenza e dal proprio medico di famiglia.

ASSICURAZIONE – A tutti i partecipanti viene chiesto, al momento dell’adesione al campo, di stipulare un’assicurazione sanitaria valida per il periodo del campo in India.

COSTI–  Come associazione non chiediamo nessuna quota di iscrizione per partecipare al campo, se non la caparra prevista per ufficializzare l’iscrizione e che in caso di effettiva partecipazione servirà a coprire i costi del volo interno Delhi-Ranchi e altre spese comuni al gruppo.  I costi da considerare sono:

  • volo internazionale a/r (consigliato su Delhi)
  • volo interno Delhi – Ranchi + ritorno Calcutta/Delhi
  • donazione alla Nawa Maskal School per vitto e alloggio
  • visto
  • assicurazione sanitaria
  • treno Ranchi- Calcutta e pernottamento a Calcutta

Per maggiori informazioni sui costi o qualsiasi dubbio o domanda, non esitare a contattarci a campi@jarom.org

Categorie
Jareya

Campi Jarom – la storia


Negli ultimi 9 anni più di 100 volontari sono partiti con Jarom ONLUS. Ogni estate, in questi giorni, il gruppo partiva diretto a Ranchi, pronti per un’esperienza di conoscenza, condivisione e lavoro, alla scoperta della ricchezza culturale delle popolazioni Adivasi.

Purtroppo quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria globale ancora in corso, non abbiamo potuto organizzare i nostri campi estivi. Come molti sanno già, ogni anno i nuovi volontari pensano e organizzano le attività in base sia a eventuali necessità della Nawa Maskal School e dei suoi studenti, sia in base alle passioni, interessi, abilità di ogni volontario/a. Le proposte e i risultati di ogni campo sono sempre sorprendenti e anno dopo anno, le tematiche affrontate sono davvero numerose!

Curioso/a di saperne di più? Seguici sui nostri canali Facebook e Instagram: ogni mercoledì e domenica, ripercorreremo le attività e i laboratori organizzati dal 2011 e 2019!

Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti i ragazzi e ragazze che in questi anni hanno deciso di partire con Jarom.

Categorie
Racconti dai campi

CAMPO 2014: un primo resoconto

Dopo due giorni di visita a Calcutta, i 18 campisti sono partiti verso Ranchi, dove sono stati accolti calorosamente durante i festeggiamenti del Giorno dell’Indipendenza presso la scuola a Jareya.

1.1

1.2

L’indomani, il 16 agosto, si è tenuto a Ranchi il primo incontro della Rete riguardo l’educazione. La Rete è un progetto per mettere in contatto, fare riflettere e confrontare persone che si occupano di educazione in zone a maggioranza tribale.

2

Pronti per iniziare i laboratori con le classi di Jareya, i campisti sono andati a conoscere l’arte adivasi presso un noto esperto locale, Bulu Imam, che ha illustrato e spiegato loro i principi, le tecniche e i significati di alcuni disegni tradizionali, usati soprattutto per decorare le pareti delle case.

3.1 3.2

Una giornata molto proficua, utile per avere una maggiore consapevolezza dell’argomento e, in un secondo momento, decorare la parete della scuola. Infatti, tornati a Jareya, il gruppo si è messo al lavoro con i ragazzi, chiedendo loro di disegnare i loro villaggi, gli animali e le piante che conoscevano. In seguito sono stati riportati sulla parete i loro disegni, ispirandosi il più possibile allo stile adivasi nella tecnica e nei colori.

4.3  4.4

4.5                4.2

4.6 Allo stesso modo le classi sono state coinvolte in un laboratorio di cucina, in cui tutti gli studenti, dai bambini dell’asilo ai ragazzi più grandi, hanno imparato a fare grissini e biscotti.

5.1 5.2

I campisti, a loro volta, sono stati messi alla prova per realizzare alcuni piatti tipici del Jharkhand, come pakora, malpuwa e gulgullà!

5  IMG_8268-2