I campi

Fin da quando siamo nati nel 2011 organizziamo campi di conoscenza e lavoro in India, e nello specifico in Jharkhand, per giovani che desiderino scoprire le usanze, l’arte e la cultura di questa terra, sperimentare la sua accoglienza e toccare con mano i suoi problemi e le sue contraddizioni.

I campi si svolgono in agosto. Danno la possibilità di contribuire direttamente ai progetti presso Ranchi e Jareya e di conoscere diverse realtà socio-umanitarie impegnate da tempo nel sostegno delle popolazioni adivasi.

Sono momenti particolari dell’attività dell’associazione,  in totale condivisione tra i ragazzi che partecipano ed i popoli adivasi, con il desiderio di costruire insieme un progetto comune.

Chi desidera partecipare deve essere una persona particolarmente predisposta alla condivisione e deve avere uno buono spirito di adattamento.

IMG_0879

ISCRIZIONI
Per iscriversi a un campo è necessario avere compiuto 18 anni al momento della partenza.
Le domande di iscrizione potranno essere rifiutate nel caso i candidati mostrino un comportamento non conforme ai valori dell’Associazione o nel caso non venga ritenuta adeguata la partecipazione al corso di formazione organizzato ogni anno per preparare al campo.

SOGGIORNO
I pernottamenti avverranno presso la foresteria della Nawa Maskal School di Jareya, attrezzata per ospitare in sicurezza e buon comfort. Sono disponibili letti, servizi igenici, cucina e zanzariere alle finestre.

COMUNICAZIONI
A Jareya, difficilmente c’è rete per i cellulari e non esistono connessioni internet.
Presso il CDF di Ranchi c’è una rete wi-fi e sono disponibili alcuni pc dotati di skype.

VACCINAZIONI
Per sapere di quali vaccinazioni siete già in possesso e di quali necessitate dovete rivolgervi al Centro Vaccinazioni Internazionali se residenti a Torino o alla vostra ASL di competenza. Occorre informarsi ed eventualmente prenotarsi almeno un mese prima della partenza.
Prima di effettuare le vaccinazioni si consiglia di chiedere all’Associazione la certificazione di viaggio per volontariato, per ottenere la gratuità dei vaccini.
Non ci sono vaccinazioni obbligatorie per entrare in India, comunque è bene premunirsi. Sono consigliate: Antitetanica, Antitifica, Antiepatite, Anticolerica.

La malaria è endemica in alcune aree dell’India.
La profilassi riduce i rischi, ma non li elimina al 100%.
E’ comunque utile un’accurata protezione meccanica, indossando sin dalle ore del tramonto indumenti a manica lunga ed utilizzando repellenti e se necessarie zanzariere per la notte.

Per quanto riguarda i farmaci da viaggio si consigliano antidiarroici, integratori di sali e vitamine, fermenti lattici, antispastici, antibiotici, analgesici, repellenti per zanzare, garze e cerotti, disinfettante, pomata antistaminica e pillole di cortisone. Occorre inoltre ricordarsi di portare quelli usuali utilizzati a casa.
E’ utile munirsi di amuchina.
Chi ha particolari allergie o deve assumere determinati farmaci è pregato di comunicarlo, in via del tutto confidenziale, a un responsabile del campo.

E’ caldamente consigliata un’assicurazione che copra i rischi sanitari.
Le indicazioni fornite hanno carattere puramente indicativo, mentre tutte le raccomandazioni del caso vanno reperite presso le Asl di appartenenza e dal proprio medico di famiglia.

PASSAPORTO – VISTO
Per l’ingresso in India è richiesto il passaporto, valido per almeno 6 mesi dopo la data di ritorno e dotato di almeno 3 facciate libere consecutive.
E’ inoltre obbligatorio il visto. Le informazioni circa tempi e modalità per ottenerlo saranno fornite dall’Associazione a tutti gli interessati durante il corso di formazione.

Annunci